mercoledì 17 febbraio 2010

Amatriciana

 

Scusatemi ma a a casa amiamo i maccheroni :)

Piatto semplice e veloce, non è la ricetta originale che non prevedeva l'uso di bucatini (introdotti solo in seguito dai romani) ma di spaghetti, non prevedeva neanche l'uso di aglio, cipolla, peperoncino e nemmeno di pomodoro.
La ricetta nasce come piatto dei montanari e dei pastori dei monti dell'appennino centrale, per vivere condivano dei grossi spaghettoni, o comunque pasta lunga senza uova, con le materie prime povere di cui disponevano: pezzi di lardo rosolati bene e pecorino o ricotta secca.
Ora questa versione "in bianco" si chiamala "gricia", dal nome di un paese nei pressi di amatrice.
Insomma di versioni ce ne sono tante e ognuno è libero di scegliersi la verità che più gli piace e io vi consiglio la mia ;)
INGREDIENTI per 2 persone:
160 g di pasta
mezza scatola di pomodori pelati a pezzi o meglio ancora 20 pomodorini ciliegino
pancetta a cubetti
cipolla
vino bianco secco
sale
peperoncino (facoltativo)
pecorino stagionato

PROCEDIMENTO:

Mettere a bollire la pasta in abbondante acqua salata e nel frattempo scaldate un filo d'olio in una padella antiaderente, soffriggete la cipolla affettata sottile, aggiungete la pancetta e lasciate rosolare a fuoco medio.
Dopo 5 minuti alzate la fiamma e bagnate con il vino, lasciate evaporare per bene, abbassate di nuovo la fiamma e aggiungete il peperoncino e i pelati o i pomodorini lavati e tagliati.
Lasciate cuocere per altri 5 minuti e aggiustate di sale.
Scolate la pasta e fatela saltare in padella con il condimento.
Servite con pecorino grattugiato.

4 commenti:

Anonimo ha detto...

che spaghetti! bucatini!

Anonimo ha detto...

bucatini, spaghetti, maccheroni...con questo sugo mi piacciono tutti! naturalmente con peperoncino! lo faccio anch'io così, ma senza vino bianco, che sicuramente non stona...brava Zulia! ciao, fulvia

zulia ha detto...

Hai ragione fulvia! :D

@ Anonimo1:
Ho scritto la vera storia della ricetta:

Piatto semplice e veloce, non è la ricetta originale che non prevedeva l'uso di bucatini (introdotti solo in seguito dai romani) ma di spaghetti, non prevedeva neanche l'uso di aglio, cipolla, peperoncino e nemmeno di pomodoro.
La ricetta nasce come piatto dei montanari e dei pastori dei monti dell'appennino centrale, per vivere condivano dei grossi spaghettoni, o comunque pasta lunga senza uova, con le materie prime povere di cui disponevano: pezzi di lardo rosolati bene e pecorino o ricotta secca.
Ora questa versione "in bianco" si chiamala "gricia", dal nome di un paese nei pressi di amatrice.

zulia ha detto...

L'ho trovato anche su wikipedia :)

http://it.wikipedia.org/wiki/Amatriciana

Posta un commento

Grazie per la visita! Lascia un commento, un consiglio o un saluto :)

Related Posts with Thumbnails