lunedì 30 aprile 2012

Orata con patate, pomodorini e capperi


Questo bel piatto non l'ho preparato io ma Albi :)
Gli ho fatto molti complimenti perchè è davvero bravo a cucinare il pesce, era una bontà! :P

INGREDIENTI per 2 persone:

2 orate (già pulite)
2 patate di media grandezza
12 pomodorini
2 spicchi d'aglio
2 cucchiai di prezzemolo fresco lavato e tritato
2 cucchiai di olio evo
1 bicchiere di vino bianco secco
1 rametto di rosmarino
2 cucchiaini di capperi sotto sale

PROCEDIMENTO:

Pelate e tagliate a dadini le patate, mettetele in padella con l'olio e lasciatele cuocere per 15 minuti a fuoco moderato mescolando spesso. Salatele.
Nel frattempo spelate l'aglio, tritatelo e mescolatelo con il prezzemolo, usatene metà per farcire le orate. Lavate e tagliate a spicchi i pomodorini, sciacquate i capperi e tritate gli aghi di rosmarino. Quando le patate si saranno ammorbidite mettete in padella le orate, giratele dopo 4-5 minuti, fatele rosolare ancora e poi bagnate con il vino. Alzate la fiamma e fate evaporare l'alcol, aggiungete il composto avanzato di aglio e prezzemolo, i pomodorini, il sale, i capperi e gli aghi di rosmarino tritati. Lasciate cuocere per 20 minuti a fuoco moderato, aggiungendo a necessità un po' di acqua per non fare asciugare troppo il fondo di cottura.
Servite subito e buon appetito! ;)

giovedì 26 aprile 2012

Frittata di asparagi e ricotta (per consolarmi un po')


In questo periodo sono un pò giù di morale, nulla di grave non preoccupatevi sono solo piccole delusioni causate da amicizie evidentemente poco importanti, ma ormai ci sono abituata, si sa che molte persone ti vogliono bene e ti cercano solo nel momento del bisogno...poi quando stanno bene si dimenticano di te.
Allora, per consolarmi un pò mi sono preparata una bella frittata di asparagi e ricotta...il sorriso ritorna e la vita continua :)

INGREDIENTI per 2 persone:

4 uova
5 o 6 asparagi
80 g di ricotta fresca
2 cucchiai di parmigiano grattugiato
sale e pepe
olio evo

PROCEDIMENTO:

Sbollentate gli asparagi in acqua leggermente salata finchè saranno teneri. Attenzione a non far bollire le punte, lasciatele un pò fuori dal livello dell'acqua, si cuoceranno con il vapore altrimenti rischiate di spaccarle.
In una ciotola sbattete le uova con i formaggi, un pizzico di sale, una macinata di pepe e poi gli asparagi scolati e tagliati a pezzetti.
Ungete una larga padella con l'olio, versate il composto e lasciate cuocere a fuoco moderato finchè la frittata si staccherà dai bordi, rigiratela aiutandovi con il coperchio e proseguite la cottura per cuocere l'altro lato.

lunedì 23 aprile 2012

Torta di sfoglia con purè, mortadella e formaggio bitto


Il Bitto è un formaggio lombardo DOP.
Viene prodotto esclusivamente nei mesi estivi e nei pascoli d'alta quota, infatti le caratteristiche del formaggio sono condizionate dalle qualità di erbe consumate dalle mucche sugli alpeggi. Viene prodotto con latte vaccino intero a cui può essere aggiunta una percentuale di latte caprino non superiore al 10%.
Fonte: wikipedia

INGREDIENTI:

1 rotolo di pasta sfoglia
1 etto di mortadella
150 g di formaggio bitto
1 uovo
2 patate di media grandezza
1 bicchiere di latte
2 cucchiai di parmigiano grattugiato
sale e pepe

PROCEDIMENTO:

Lessate le patate in acqua salata. Nel frattempo stendete la sfoglia nella teglia, ricoperta con carta da forno. Bucherellate il fondo della pasta aiutandovi con i rebbi di una forchetta. Tagliate la mortadella e il formaggio.
In un'ampia ciotola mescolate l'uovo con il pepe, il formaggio grattugiato, la mortadella e il formaggio bitto tagliati a pezzetti. Scolate le patate quando saranno ben cotte, pelatele e passatele con lo schiacciapatate aggiungendo il latte a necessità, non devono risultare troppo liquide ma piuttosto cremose. Unite poi il "purè" nella ciotola con il resto degli ingredienti, amalgamate bene e versate il composto nella teglia dentro la pasta sfoglia, livellate la superficie con una paletta da cucina. Chiudete bene i bordi della torta e cuocete in forno già caldo a 180° per 35-40 minuti o finchè la pasta sfoglia diventa dorata e croccante.

mercoledì 18 aprile 2012

Cravattine con salsiccia e porri


L'altro giorno volevo provare un condimento per la pasta senza sugo di pomodoro, cercando nel frigorifero in cerca di "ispirazioni" ho trovato un porro e un bel pezzetto di salsiccia fresca e mi sono detta: Ok, proviamo.
Già nella mia mente stavo immaginando la preparazione del piatto...

INGREDIENTI per 2 persone:

200 g di pasta formato cravattine (o altra pasta corta)
150 g di salsiccia fresca
1/2 porro
1/2 bicchiere di vino bianco secco
pepe

PROCEDIMENTO:

Pulite il porro, eliminate la parte più verde e dura e lavatelo sotto acqua fresca corrente, con un coltello ben affilato tagliatelo a rondelle non troppo sottili.
Togliete la pelle alla salsiccia e sbriciolatela con le mani in un piatto, mettetela in una padella antiaderente già calda con il porro affettato. Se volete aggiungete un cucchiaino di olio evo prima insieme al porro per farlo appassire...io non l'ho messo, la salsiccia rilascia già il suo grasso e ho fatto il soffritto senza aggiungerne altro.Nel frattempo cuocete la pasta in abbondante acqua salata.
Quando il porro si sarà ammorbidito e la salsiccia sarà rosa bagnate tutto con il vino bianco, alzate per bene la fiamma e fate evaporare l'alcol. Mescolate con un forchettone di legno cercando di sbriciolare per bene la salsiccia e unite in padella anche un paio di cucchiai di cottura della pasta. Pepate.
Scolate le cravattine al dente, fatele saltare nel condimento per un paio di minuti e servitele subito nei piatti.
Buon appetito! ^_^

Come avrete notato non ho aggiunto sale nel condimento, la salsiccia è già saporita e in più ho utilizzato l'acqua di cottura della pasta che è già salata.
E' una ricetta di facile esecuzione, molto veloce tra l'altro...vi permette di preparare un primo davvero gustoso in pochi minuti. Utile se tornate tardi dal lavoro o se avete amici inaspettati a cena ;)

martedì 17 aprile 2012

Torta allo yogurt con superficie zuccherata (ricetta dei vasetti)


Prima ricetta della settimana, una bella torta! Ehhhh ammetto che è un bel pò che sto "bigiando" i dolci +oops+ ma oggi mi farò perdonare perchè la ricetta me l'ha data la mia nonna e, per chi mi segue, sa che con le ricette della mia nonna non si sbaglia mai.
Si chiama ricetta dei vasetti perchè le unità di misura degli ingredienti vengono calcolate usando il barattolino di yogurt di 125g. Potete aggiungere all'impasto della frutta fresca a pezzetti. Io ad esempio ho aggiunto due piccole pere che avevo in casa da un pò, abbandonate al loro destino sulla credenza.

INGREDIENTI:

1 vasetto di yogurt da 125 ml
1/2 vasetto di olio di semi
3 vasetti di farina
2 vasetti di zucchero + 2 cucchiai
2 uova grandi
1/2 bustina di lievito per dolci
sale

PROCEDIMENTO:

In un'ampia ciotola sbattete le uova con lo zucchero fino a renderle spumose, aggiungete poi lo yogurt e l'olio a filo. Continuate a omogeneizzare il composto aggiungendo poi la farina setacciata con il lievito e un pizzico di sale.
Ungete una teglia di olio, spolverizzate di farina ricoprendo bene tutto il fondo e le pareti e versateci l'impasto, livellatelo bene con una spatola sulla superficie.
Poi prendete un paio di cucchiai di zucchero e spolverizzate la superficie della torta, infornate a 180° per 35-40 minuti, dipende dal vostro forno.

Se volete aggiungere la frutta lavata e tagliata a pezzi, mettetela dopo aver amalgamato per ben, benino l'impasto con la farina e il lievito. Spegnete il frullino elettrico, aggiungete la frutta (mele, pere, fragole, pesche, banane, ecc) e mescolate tutto dal basso verso l'alto con una paletta. E se vi va, potete usare lo yogurt alla frutta anzichè quello bianco classico...insomma, potete proprio farla come volete voi! ;)

venerdì 13 aprile 2012

Le mie fajitas di pollo e verdure alla birra



Vi ricordate la ricetta delle fajitas di un po' di tempo fa cucinata da mio fratello (la trovate qui) ? Oggi vi presento le mie.
Preciso prima una cosa, le patate che ho aggiunto erano avanzate dal giorno prima, le avevo fatte al forno ed essendo ancora buonissime non volevo buttarle così le ho messe dentro in padella...è stato un super risultato! Nella ricetta vi scriverò come usarle da crude perché non credo che anche voi avrete in frigo delle patate arrosto da riciclare :D

INGREDIENTI abbondanti per 2 persone:


1 petto di pollo o 2 fette di fesa di tacchino
1 peperone rosso
1 pomodoro
1 peperoncino verde piccante
1 patata
1 carota
2 piadine
2 cucchiai di olio di semi
1/2 cipolla bianca
rosmarino
paprika e curry in polvere
sale e pepe
1 bicchiere di birra

PROCEDIMENTO:

Lavate la carne e tagliatela a striscioline. Mondate le verdure, pelate la carota e la patata. Sbucciate la cipolla e affettatala, tagliate il peperone e la carota e striscioline e a fette il pomodoro, affettate a rondelle il peperoncino verde piccante e a cubetti la patata. Quest'ultima mettetela a bollire in acqua salata per 10 minuti.
Scaldate l'olio in una larga padella, abbastanza capiente per contenere tutto e soffriggete la cipolla, la carota e il peperone, dopo un paio di minuti aggiungete un pizzico di sale. Se il fondo ci cottura dovesse asciugare troppo aggiungete un pochino di acqua calda e fate cuocere le verdure a fuoco moderato per 10 minuti girandole e facendole saltare spesso. Ora potete aggiungere la carne e il rosmarino, lasciate rosolare un paio di minuti e poi bagnate tutto con la birra, alzate il fuoco e fate evaporare. Scolate la patata e aggiungetela in padella insieme al pomodoro, fate insaporire bene per qualche minuto poi aggiungete le spezie a piacere, il peperoncino verde, il pepe e aggiustate di sale se serve. Proseguite la cottura per altri 3-4 minuti circa. Nel frattempo scaldate le piadine.
Servite in tavola un piatto fondo o un'insalatiera con le fajitas di pollo e i piatti da portata con le piadine, ognuno le farcirà a piacere.

Potrebbe essere una buona idea per domani sera perché danno brutto tempo...potreste invitare qualche amico a casa e cucinare insieme questo bellissimo e coloratissimo piatto! Buon fine settimana a tutti :)

mercoledì 11 aprile 2012

Tortano, tipica torta rustica napoletana



Quante ne faceva la mia nonna quando ero piccola! :)
Il tortano è un torta salata ripiena di salumi, formaggi e uova. Di solito si prepara in occasione della Pasqua ed è buono sia caldo che freddo, come lo preferisco io...
Per preparare l'impasto bisognerebbe usare la sugna o lo strutto, io ho usato il burro, quello avevo e quello ho utilizzato.
Per il ripieno invece ci sono molte scuole di pensiero, cambia infatti in base alle regioni e alle usanze familiari. Noi mettiamo quello che abbiamo nel frigo, salame, mortadella, prosciutti, formaggi misti. Insomma, ci si può sbizzarrire.
Pronti? Via!

INGREDIENTI per un bel tortano:

1 kg di farina 00
2 cubetti di lievito
100 g di burro
450 ml circa di acqua (temperatura ambiente, per la quantità è indicativa, fate a occhio)
sale e tanto pepe

300 g di formaggi misti tagliati a dadini
300 g di salumi misti tagliati a dadini
3 uova sode

PROCEDIMENTO:

Se procedete con la mdp: sciogliete il lievito nell'acqua con un cucchiaino di zucchero, lasciate riposare un paio di minuti. Versate nel cestello della mdp la farina, aggiungete il sale, il pepe (che dev'essere abbondante) e il burro a pezzetti. Unite alla farina l'acqua e lievito, azionate il programma di impasto e lievitazione.

Se procedete a mano: sciogliete il lievito nell'acqua e disponete la farina a fontana, nel centro mettete il burro a pezzetti, sale, pepe e piano piano cominciate ad amalgamare con l'acqua tiepida, lavorate l'impasto energicamente per 10 minuti fino ad ottenere un impasto morbido. Poi lasciate lievitare l'impasto coperto per un paio d'ore finché raddoppierà di volume.

Tagliate a pezzetti le uova e ungete di burro un grosso stampo con il foro centrale, come quello per i ciambelloni.
Terminata la prima lievitazione battete l'impasto con le mani, stendetelo su un grosso tagliere o su un piano infarinato lasciando uno spessore di circa 1 centimetro.
Condite uniformemente la superficie con i formaggi, le uova e i salumi e arrotolate facendo attenzione a non rompere l'impasto. Disponete il tornano nello stampo unendo le estremità e lasciate lievitare altre 2 ore.Cuocete poi in forno a 170° per un'ora circa. A cottura ultimata aspettate che il tortano si sia raffreddato per sfornarlo.

Ci vuole un pò di tempo per farlo, è proprio un piatto da festa però ne vale davvero la pena!


martedì 10 aprile 2012

Asparagi con le uova


Aprile= asparagi freschi di stagione! Io li adoro, sono buonissimi! Con la pasta, nel risotto, come contorno oppure preparazione classica con le uova...direi che sono da provare se ancora non l'avete fatto! ;)

INGREDIENTI per 2 persone:

4 uova
400 g di asparagi
una nocina di burro
olio evo
sale e pepe

PROCEDIMENTO:

Togliete la parte finale e più dura del gambo di ogni asparago, passateli sotto l'acqua fresca per lavarli e cuoceteli in acqua bollente leggermente salata per 10-15 minuti.
Sciogliete il burro in una padella antiaderente, scolate gli asparagi e mettetli in padella, rigirateli facendoli insaporire per un minutino. Nel frattempo dividete i tuorli dagli albumi, fate cadere il bianco direttamente in padella sugli asparagi, aiutandovi con il dorso di un cucchiaio create il posto per i tuorli sugli albumi che andrete a mettere dopo 3-4 minuti. Regolate di sale, date una macinata di pepe e spegnete la fiamma.
Servite con delle fette di pane fresco :)

giovedì 5 aprile 2012

Penne lisce al sugo di n'duja


 Una mia cara cliente mi ha portato la n'duja dalla calabria...buonissima! A me piace davvero tanto. Per chi non lo sapesse, la nduja è un salame morbido, spalmabile, piccantissimo tipico dei prodotti alimentari calabresi.
A chi piace il "fuoco" questa ricetta è da provare...noi ce la siamo spazzolata, Albi mi ha fatto dei gran complimenti.

INGREDIENTI per 2 persone:

200 g di penne lisce
100 g di passata di pomodoro
1 cucchiaio di n'duja o dosatevi voi in base alla vostra tolleranza al piccante
sale
1 spicchio d'aglio
olio evo

PROCEDIMENTO:

Sbucciate l'aglio, apritelo e togliete l'anima verde se presente (è poco digeribile), soffriggete in una casseruola con un cucchiaino d'olio. Quando l'aglio si sarà scurito leggermente eliminatelo e aggiungete la n'duja. Il tempo di mescolare e poi versate anche la passata. Cuocete per 20 minuti a fuoco moderato, aggiustate di sale e eventualmente di zucchero, se dovesse sentirsi troppo l'acidità del pomodoro.
Nel frattempo cuocete la pasta in abbondante acqua salata, scolatela al dente tenendo un paio di cucchiai di acqua di cottura, metteteli nella padella con il sugo insieme alle penne e fate saltare a fuoco vivace per 1 minuto.
Impiattate, ultimate il piatto con un filo di olio extravergine a crudo e buon appetito!

La mia nonna quando la fa, ogni tanto aggiunge al sug anche una scatoletta di tonno, se volete provare anche così è molto buona. Io la preferisco senza, è più sugosa :-P
Potete anche aggiungere un paio di foglie di basilico! Io purtroppo non le avevo, altrimenti le avrei messe...l'ho piantato nei vasi e sto aspettando che cresce ;)

martedì 3 aprile 2012

Polpette saporite con pomodori e olive nere


La ricetta delle Polpette saporite l'ho presa da un giornale a cui tengo moltissimo. E' una rivista di cucina del 1996, "Anna in cucina" speciale polpette e polpettoni: con carne, verdure, pesce, formaggio, cereali e legumi. Una mini-enciclopedia della polpetta! :D
Era di mia mamma, che appunto adora le polpette, soprattutto di carne e possibilmente fritte! ;) Aveva preso questo giornale per lei, poi vedendo quanto la mia passione per la cucina cresceva mi aveva detto di tenerlo. E' un pò vecchiotto, un pò strappato e anche un pò sbiadito ma proprio per questo ha un enorme valore per me, lo conservo con molto riguardo.E' davvero prezioso!
La ricetta l'ho modificata un pochino in base agli ingredienti che avevo in casa (avevo solo peperoni rossi, mi mancava quello giallo che avrebbe dato un pò più di colore al piatto ma va bene così) comunque è praticamente identica.

Se volete potete omettere i peperoni, so che in tanti non lo digeriscono. Sono convinta che potrete ottenere lo stesso risultando usando solo i pomodori e le olive.

INGREDIENTI per 4 persone:

500 g di carne macinata di manzo
un panino raffermo
mezza tazza di latte
4 cucchiai di grana grattugiato
2 cucchiai di farina
un ciuffo di prezzemolo e qualche foglia di basilico
un uovo
4 pomodori
2 cipolla
2 peperoni rossi (o uno giallo e uno rosso)
50 g di olive nere
2 spicchi d'aglio
olio
sale e pepe

PROCEDIMENTO:

Riunite in una casseruola 2 cucchiai di olio, i peperoni tagliati a tocchetti, le cipolle affettate, le olive snocciolate, l'aglio schiacciato, il basilico tagliato con le forbici e i pomodori pelati, privati sei semi e tagliati a tocchetti(ok..ammetto: io non li ho pelati :-P )
Salate, pepate e lasciate cuocere a fiamma media per 15 minuti.
Tritate la carne nel mixer e incorporatevi il pane ammorbidito nel latte e ben strizzato, il grana, l'uovo e il prezzemolo tritato. Con le mani inumidite formate delle polpette tonde e passatele nella farina. Scaldate in una casseruola 3 cucchiai d'oli, doratevi le polpette da entrambi i lati, unitevi le verdure e e lasciate stufare per 10 minuti circa, aggiungendo eventualmente poca acqua calda se tendessero ad attaccare sul fondo.

Un piccolo consiglio, le polpette le ho cotte nella stessa padella delle verdure, le ho tolte prima, ho aggiunto l'olio e poi ho rosolato bene le polpette, poi ho rimesso dentro le verdure. Così le polpette si sono insaporite bene con il sugo e ho risparmiato anche una padella da lavare ;)
Related Posts with Thumbnails