giovedì 9 maggio 2013

Arrivederci :)

Eh sì, devo accantonare il blog! E' una decisione che ho preso riflettendoci a lungo e per una serie di motivi mi trovo costretta...
Le mie ricette sono qui per chi ne avesse bisogno...appena risolverò tutto tornerò. Nel frattempo continuo a spadellare e scattare foto ai miei piatti così quando torno sarò bella carica :)
Un abbraccio a tutti i miei visitatori e arrivederci a presto! :*

venerdì 3 maggio 2013

Mezzi ziti al pomodoro con polpettine di sarde


Oggi voglio pubblicare questa magnifica ricetta!! L'ho trovata su Cucina Moderna serie Oro "pesce azzurro dal mare in pentola". Appena l'ho vista sfogliando il giornale ho deciso dovevo provarla: mi piace la pasta al sugo con le polpette ma le ho sempre fatte di carne, infatti sono rimasta piacevolmente stupita da questa variante...

INGREDIENTI per 4 persone:

400 g di mezzi ziti
200 g di filetti di sarde o acciughe fresche (quindi già pulite e diliscate...con moooolta pazienza!)
1 piccola patata
1 tuorlo
pangrattato
2 cucchiai di grana grattugiato
400 g di pomodori pelati
1 spicchio d'aglio
4 cucchiai di olio evo
olio per friggere
un pezzetto di peperoncino
sale
un mezzetto di finocchietto (a me non piace e ho usato il prezzemolo fresco)

PROCEDIMENTO:

Lavate la patata, lessatela, pelatela e passatelo allo schiacciapatate, raccogliendo il purè in una ciotola. Unite le sarde tritate, il grana, il tuorlo, il sale e il pangrattato, quanto basta a ottenere un mix consistente ma morbido e con questo formate tante polpette. Passatele nel pangrattato, friggetele in abbondante olio caldo, scolate e asciugatele su carta assorbente da cucina.
Soffriggete l'aglio in un tegame con l'olio evo, unite i pomodori a pezzetti, il peperoncino e il finocchietto sminuzzati; salate e cuocete a fuoco medio per 5 minuti.
Lessate gli ziti in abbondante acqua salata. Scolate la pasta al dente e conditela con il sugo e le polpettine. Servite subito.

(è da martedì che cerco di pubblicare questo post, blogger non mi carica le foto e non so perchè)

mercoledì 24 aprile 2013

Frittata al forno con zucchine, olive nere e pinoli



La ricetta l'ho scoperta su Cucina Moderna serie Oro: Uova tuttofare. Ho apportato qualche piccola modifica, il risultato è stato eccezionale!

INGREDIENTI:

4 uova
3 zucchine piccole
10 olive nere denocciolate
2 cucchiai di pinoli
2 cucchiai di formaggio grattugiato
1 cucchiaio di latte
olio evo
1 spicchio d'aglio
sale e pepe

PROCEDIMENTO:

Spuntate le zucchine, lavatele e tagliatele a rondelle. Scaldate un cucchiaio d'olio in una padella, soffriggete l'aglio in camicia, quindi eliminatelo a versate le zucchine, salatele e fatele ammorbidire sul fuoco per circa 10-12 minuti mescolando.
Nel frattempo sbattete le uova in una terrina, aggiungete un pizzico di sale, il pepe macinato fresco a piacere, il formaggio e il latte. Tostate i pinoli in un padellino antiaderente, tenete da parte 1/4 e il resto versatelo nel composto di uova aggiungendo anche le olive tagliate grossolanamente. Quando le zucchine saranno pronte unitele al tutto, mescolate bene. Foderate una teglia con carta da forno, riempitela con la frittata e cuocete in forno già caldo per 20-25 minuti a 180°.Verso metà cottura aggiungete il resto dei pinoli sulla superficie della torta.
La teglia non dev'essere più grossa di 22 cm.
Io l'ho servita con carote e patate bollite condite con olio, sale e prezzemolo.

giovedì 18 aprile 2013

Patatine rosse al forno con la buccia

Le patate rosse hanno la polpa soda e compatta e rimangono consistenti anche dopo una lunga cottura, queste piccoline che ho trovato al super si possono cuocere con la buccia e sono deliziose. In più le ho condite con un sale "magico" che rende tutto più buono, mi è stato regalato qualche tempo fa da una mia amica, si chiama Fior di Sale Lavanda e Arancio. Qui trovate il link se volete informarvi di più.

INGREDIENTI per 2 persone:

400 g di patate piccole rosse da cuocere con la buccia
2 cucchiai di olio evo
gli aghi di un rametto di rosmarino fresco
sale profumato lavanda e arancio
pepe

PROCEDIMENTO:

Lavate bene le patatine: io le ho messe in acqua fredda con bicarbonato per 15 minuti, poi le ho spazzolate per bene sotto l'acqua fresca corrente. Tagliatele a pezzi, non troppo piccoli. Stendete un foglio di carta da forno sulla teglia, aggiungete l'olio, gli aghetti di rosmarino tritati e le patate. Conditele con il sale profumato, se l'avete, o quello normale e una bella macinata fresca di pepe nero.
Infornate a 200° per 30 minuti.
Io le ho servite come contorno per gli involtini saporiti alla salvia, li trovate qui.


mercoledì 17 aprile 2013

Involtini saporiti di tacchino alla salvia




La settimana scorsa ho preparato gli involtini che vedete nelle foto...oggi riesco a pubblicarli!
Le vedete le patatine arrostite lì a fianco? Domani vi darò la ricetta per preparare anche quelle...

INGREDIENTI per 2 persone:

2 fette di fesa di tacchino
2 fette di mortadella (potete anche usare il prosciutto)
4 pezzetti di formaggio emmethal
2 cucchiaio di olio evo
4 foglie di salvia lavate e tritate
1 bicchiere di vino bianco secco
sale e pepe

PROCEDIMENTO:

Lavate e asciugate le fettine, dividetele a metà ottenendo 4 pezzetti. Battetele con il pestacarne tenendole tra due fogli di carta da forno, salate e pepate leggermente. Dividete le fettine di mortadella a metà e stendete un pezzo sopra ogni fettina di carne, ultimate con i pezzetti di emmethal tagliati a striscioline. Chiudete gli involtini e fermateli bene con gli stuzzicadenti.
Scaldate l'olio in una padella, rosolate gli involtini su tutti i lati, bagnate con il vino e lasciatelo evaporare. Aggiungete la salvia, un pizzico di sale e il pepe a piacere. Proseguite la cottura per 10 minuti a fuoco dolce, poi alzate la fiamma per farli dorare bene e servite...
Io li ho accompagnati con un pochino di senape antica...che golosa! :-D
Buona giornata a tutti, a domani!!

mercoledì 10 aprile 2013

Torta salata di sfoglia con spinaci, piselli e formaggi




Ultimamente mi sto sbizzarrendo con gli spinaci...sono troppo buoni!

INGREDIENTI:

100 g di spinaci congelati
100 g di piselli congelati
2 uova
50 g di formaggio grattugiato
50 g di panna da cucina
50 g di brie (ne avevo un pezzetto in frigo,l'ho tagliato a dadini e l'ho messo nel composto...) o altro formaggio molle
1 rotolo di pasta sfoglia tonda
sale e pepe

PROCEDIMENTO:

Lessate i piselli per 15 minuti e scolateli. A parte lessate anche gli spinaci, dopo 10 minuti strizzateli bene e tritateli grossolanamente. Io le verdure le ho fatte bollire in acqua salata, nel composto ho aggiunto giusto un pizzico di sale.
Lasciate raffreddare le verdure. Nel frattempo sbattete le uova con una forchetta in una terrina, tenete da parte un pochino per spennellare poi la torta prima di infornarla, e mescolatele con il sale, il pepe, i formaggi e la panna.
Stendete la sfoglia sulla teglia, bucherellate il fondo con i rebbi di una forchetta e versatevi il composto ben amalgamato. Ripiegate i bordi, eventualmente tagliate la pasta in eccesso tagliandola a stricioline e decorando la superficie della torta come una crostata. Spennellate la sfoglia con quel pochino di uova che avete tenuto da parte in precedenza e infornate a 190° per 30-40 minuti.

Se vi piacciono le verdure come piacciono a me allora questa torta salata vi soddisferà il palato! ;)
Buona giornata a tutti voi

martedì 9 aprile 2013

Orecchiette fresche con ragù bianco saporito


Le orecchiette non le ho fatte io eh...chi ha il tempo?! Le ho prese già pronte al super...
Però devo dire che questa ricetta è speciale per ben 3 motivi:
-nonostante non avessi mai fatto il ragù bianco il risultato è stato eccellente e non ho trovato nessuno ricetta che davvero avrei voluto fare, quindi ho fatto di testa mia
-il ragù è fatto con carne di maiale macinata (quindi bella saporita) e nel soffritto ci sono le acciughe
-la pasta l'ho cotta direttamente nella padella del condimento
Quindi vi lascio immaginare che profumo e che sapore. Se avete degli ospiti, con questa ricetta farete un figurone! ;)

INGREDIENTI per 4 persone:

400 g di carne di maiale macinata
1 carota
1 piccola cipolla bianca
1 gambetta di sedano
1 rametto di rosmarino
4 acciughe sott'olio
2 cucchiai di olio evo
1 bicchiere di vino bianco secco
500 g di orecchiette fresche
4 cucchiai di grana grattugiato
sale e pepe

PROCEDIMENTO:

Mondate le verdure, lavatele e tagliatele a dadini. Soffriggetele in un'ampia padella antiaderente (io ho usata la padella in ceramica...guai se non l'avessi!) con l'olio e le acciughe, fatele sciogliere bene. Versate la carne nel soffritto, fatela colorire per qualche istante mescolandola e bagnate con il vino bianco, ora lasciate evaporare bene l'alcol. Aggiungete un bicchiere d'acqua e il rametto di rosmarino lavato. Proseguite al cottura a fuoco dolce per un'ora aggiungendo altra acqua se necessario.
Mettete sul fuoco un pentolino con un litro di acqua salata.
Unite le orecchiette crude nella padella, mescolate bene, versate un pò di acqua calda del pentolino e cuocete la pasta come un risotto, mescolandola e aggiungendo altra acqua bollente a necessità fino a che saranno pronte. Attenzione, quando la pasta sarà quasi pronta non aggiungete molta acqua anzi, fatela asciugare bene o la pasta risulterà in brodo.Noi dobbiamo ottenere una pastasciutta.
Spegnete la fiamma,eliminate il rametto di rosmarino, pepate a piacere e aggiungete il formaggio, mescolate e servite.
Le orecchiette come quelle che ho usato io, essendo fresche, ci mettono pochi minuti a cuocere quindi fate attenzione.

Le orecchiette erano davvero condite bene e ben saporite!Ci sono piaciute così tanto che adesso la pasta la cuocio sempre così nel sugo, risparmio anche una pentola da lavare :D
Dovete provarla e farmi sapere se viu è piaciuta.
Buona giornata a tutti!

giovedì 4 aprile 2013

Pizza con wurstel e peperoni arrostiti


Perdonatemi per la foto, non è il massimo ma: avevo appena sfornato la pizza ed era molto calda perciò l'obiettivo si appannava in continuazione, in più la fame metteva fretta...cercate di capirmi!  :D
Ho fatto meglio che potevo.

INGREDIENTI:

per l'impasto
200 g di farina 0
100 g di farina 00
120 ml circa d'acqua tiepida
1/2 cubetto di lievito fresco
1 cucchiaino di zucchero
1 cucchiaio raso di sale

per il condimento

passata di pomodoro
sale
2 mozzarelle
2 peperoni (io ne avevo uno giallo e uno verde)
2 wurstel grandi
origano a piacere

PROCEDIMENTO:

Tagliate le mozzarelle a fette e lasciatele su un piatto foderato con carta da forno così perderanno l'acqua di conservazione.
Preparate l'impasto per la pizza.
Se avete la mdp: versate lo zucchero e il lievito nel bicchiere con l'acqua, lasciate sciogliere per qualche minuto. Nel frattempo mettete nel cestello della mdp le farine con il sale, mescolate bene e poi versate l'acqua con il lievito e iniziate il programma di impasto e lievitazione.

Se procedete a mano: mescolate in un'ampia ciotola le farine con il sale, versate poi piano piano l'acqua con disciolti il lievito e lo zucchero. Cominciate a impastare energicamente aggiungendo altra acqua se necessario, fino ad ottenere un'impasto liscio ed elastico. Coprite con un telo umido e fate lievitare per altre 2 ore.

Mentre l'impasto lievita lavate e asciugate i peperoni, arrostiteli sotto il grill del forno finchè la pelle sarà ben scottata. Toglieteli dal forno e chiudeteli in un sacchetto per alimenti, il vapore farà staccare bene la pelle e potrete eliminarla senza impazzire. Eliminate il picciolo, i semi e il filamenti. Tagliateli a falde e teneteli da parte.
Prelevate l'impasto e stendetelo sulla teglia, io la fodero sempre con carta da forno. Lasciatela lievitare per altri 30 minuti poi conditela con la passata, stendetela bene con il dorso del cucchiaio, salatela leggermente e infornate a 220° finchè sarà quasi pronta. Nel frattempo lavate i wurstel e tagliateli a rondelle o a bastoncini, come preferite. Distribuiteli quindi sulla pizza insieme ai peperoni e la mozzarella. Infornate di nuovo per 13-15 minuti. Togliete la teglia dal forno, ultimate la pizza con origano e se volete, un giro di olio evo a crudo.

martedì 2 aprile 2013

Tronchetti di zucchine con crescenza al gratin


La ricetta di oggi l'ho trovata sulla rivista Cucina no problem ma ha un difetto che ho scoperto solo dopo averla provata: le zucchine vanno fatte scolare per bene, capovolte e appongiandole su un piatto foderato con carta assorbente da cucina altrimenti in forno lasciano un sacco d'acqua rovinando completamente la preparazione. Ve la ripropongo quindi con questa piccola correzione direi fondamentale, nella ricetta che ho trovato io non era scritto... ma è questo il bello della cucina, bisogna provare, sperimentare e azzardare altrimenti non si impara mai! ;)

INGREDIENTI per 2 persone:

2 zucchine
125 g di crescenza
3 cucchiai di parmigiano grattugiato
sale e pepe

PROCEDIMENTO:

Lavare le zucchine, lessatele per 5 minuti in abbondante acqua salata. Scolatele, spuntatele e tagliatele in tre tronchetti, quindi svuotateli con un cucchiaino per metà senza bucarli da una parte all'altra ma lasciando un fondo di base (questo è molto importante), conservate la polpa. Lasciatele raffreddare capovolte come spiegavo nell'introduzione.
In una terrina mescolate la polpa strizzata con i formaggi, il sale e il pepe. Farcite i tronchetti e infornate a 180° per 15 minuti, poi alzate il forno a 200° e lasciate gratinare per bene. Servite subito.

Potete arricchire il ripieno con della maggiorana o pezzetti di prosciutto cotto. Potete inoltre preparali in anticipo, cuocendoli nel forno prima di servirli e direi che vanno bene sia come antipasto che come sfizioso contorno! ;)

mercoledì 27 marzo 2013

Calzone di pasta sfoglia con pomodoro, mozzarella e acciughe


La ricetta di oggi è così semplice che quasi mi vergogno a pubblicarla! Però, c'è un però, è buonissima e ha una piccola storia. Premetto che la sera, oltre a preparare la cena, devo preparare "il pranzo al sacco" a mio marito da portarsi al lavoro il giorno dopo; settimana scorsa mi ero dimenticata di prendere sia il pane che l'affettato... ed ecco sorgere spontanea la domanda dell'ultimo momento: "E mò, che c***o mi invento?!" Apro il frigo e vedo una bella mozzarella, un rotolo di pasta sfoglia e delle squisite acciughe sott'olio... Ero salva! :D
Albi era contentissimo ed è la cosa più importante, no? E' per questo che ho deciso di pubblicarla sul blog, chissà, magari c'è un'altra moglie come me che non sa che cavolo preparare al marito per il pranzo di lavoro...  ;)

INGREDIENTI:

1 rotolo di pasta sfoglia tonda
1 mozzarella da 125 g
4 cucchiai di passata di pomodoro
3 acciughe sott'olio
origano
sale
2 cucchiai di latte

PROCEDIMENTO:

Tagliate la mozzarella a fette e distribuitele su un piatto coperto con carta assorbente da cucina, così il formaggio perdere l'acqua che altrimenti verrebbe rilasciata in cottura rovinando la sfoglia. Stendete la pasta con la carta da forno sulla teglia, bucherellate con i rebbi delle forchetta metà disco, versate la passata e stendetela aiutandovi con il dorso di un cucchiaio, salate. Distribuite le acciughe a pezzetti, le fette di mozzarella e un po' di origano. Coprite con l'altra metà di sfoglia lasciata senza condimenti e sigillate bene i bordi ripiegandoli. Praticate 3 tagli sulla superficie con un coltello ben affilato. In una piccola terrine mescolate il latte con un pizzico di origano e usatelo per spennellate la superficie del calzone. Cuocete in forno già caldo a 190° per 30-40 minuti, dipende da come cuoce il vostro forno.
E' buona tiepida ma anche fredda.

Tagliato a pezzetti può essere servito come sfizioso antipasto!
Inutile dirvi che potete condirlo come volete: prosciutto, salame, verdure...

martedì 26 marzo 2013

Pollo al forno con patate e pomodoro (ispirazione turca)


"Ispirazione turca" perchè la ricetta originale l'ho trovata su Turkish Food and Recipes, precisamente qui. Adoro questo sito, mi da tante idee diverse e originali :) Comunque ho modificato la ricetta e vi propongo la mia versione

INGREDIENTI per 2 persone:

4 fusi di pollo
4 patate
1 pomodoro da insalata
1 cucchiaino di concentrato di pomodoro
2 rametti freschi di rosmarino
olio evo
sale e pepe

PROCEDIMENTO:

Preriscaldare il forno a 200°. Sbucciate e lavate le patate, tagliatele a fette rotonde e adagiatele su una teglia foderata con carta da forno spennellata di olio e salatele. Lavate e asciugate la cosce, eliminate il grasso se presente e un pò di pelle. Appoggiatele sulla teglia insieme alle patate, condite con 1 cucchiaio d'olio, sale e pepe. Cuocete in forno per 20-25 minuti. Nel frattempo in una piccola casseruola, rosolate il concentrato di pomodoro con un cucchiaio d'olio. Aggiungete il pomodoro fresco tagliato a pezzi, il sale e un pochino d'acqua. Fate bollire per 2-3 minuti a fuoco basso. Ultimare con gli aghetti di rosmarino tritati,spegnete la fiamma. Passato il tempo di cottura, togliete la teglia dal forno e versate la salsa di pomodoro sul pollo e le patate. Mettete nuovamente la teglia in forno e lasciate cuocere per altri 15 minuti. Servite.

La ricetta originale prevedeva di far bollire prima il pollo in acqua, ho saltato il passaggio e l'ho fatto cuocere insieme alle patate, così avevo una padella in meno da lavare e intanto che il forno andava per le patate...
Non avevo il basilico così ho optato per il rosmarino che con il pollo e la patate al forno mi piace da matti!!

Se volete dare un tocco piccante alla vostra ricetta, aggiungete nel soffritto della salsina un peperoncino fresco tagliato a rondelle ;)

Devo dire che la salsa al pomodoro di questa ricetta è davvero speciale, da sapore al pollo e lo rende davvero orginale con semplicità!

martedì 19 marzo 2013

Vermicelli al cartoccio piccanti con olive nere e salsiccia


Era da un pò che volevo cucinare gli spaghetti al cartoccio, mi hanno dato grande soddisfazione e mi sono divertita un sacco a prepararli!
La ricetta base l'ho trovata su una rivista "Cucinare bene" ma l'ho cambiata un pò perchè ho aggiunto un pezzetto di salsiccia che mi aveva comprato la mamma lo stesso giorno, era bella fresca e volevo utilizzarla.

INGREDIENTI per 4 persone:

400 g di vermicelli n. 8
16 olive nere denocciolate
2 spicchi d'aglio
2 cucchiaini di capperi sotto sale
2 peperoncini (facoltativo)
2 cucchiai di olio
2 pomodori da insalata
200 ml di passata fine
200 g di salsiccia a nastro
1/2 bicchiere di vino bianco
prezzemolo fresco tritato a piacere
sale

PROCEDIMENTO:

Tuffate i pomodori in acqua bollente per qualche minuto, togliete la pelle e i semi quindi tagliateli a dadini e tenete da parte. Sbucciate gli spicchi d'aglio, eliminate l'anima verde se presente, tritateli. Sciacquate i capperi sotto l'acqua e tamponateli con carta da cucina assorbente. Soffriggete l'aglio in un'ampia padella, antiaderente o di ceramica, con un cucchiaio d'olio, i peperoncini tritati e i capperi. Aggiungete la salsiccia sbriciolata, fatela rosolare per qualche minuto poi bagnate tutto con il vino e fate evaporare l'alcol. Versate la passata in padella con le olive, salate e fate cuocere il condimento per 10 minuti a fiamma vivace mescolando spesso. Aggiungete il concassè di pomodoro, mescolate e spegnete la fiamma. Controllate se manca un pò di sale.
Fate cuocere i vermicelli in abbandante acqua salata, scolateli molto al dente con un mestolo forato aggiungendoli direttamente nella padella e con un paio di cucchiai di cottura della pasta. Lasciateli cuocere nel sughetto per 3 minuti a fuoco vivo, continuando a mescolare e a farli salatare. Spegnete la fiamma, rivestite una teglia con due strati di carta da forno, ungeteli leggermente con l'olio rimasto e adagiatevi gli spaghetti. Chiudete bene il cartoccio, io mi ero aiutata con dello spago da cucina: è importante che sia sigillato bene per non far uscire il vapore. Mettete in forno caldo a 190° per 10 minuti.
Io per praticità ne ho fatto uno di cartoccio e poi ho suddiviso i vermicelli nei piatti da portata ma, se volete, potete anche chiuderli in cartocci individuali e servirli così sui piatti, ognuno aprirà il proprio cartoccio...  che idea carina vero?!
Il profumo era fantastico e il sapore...bè, scopritelo voi! ;)

venerdì 15 marzo 2013

Involtini di melanzane al pesto e formaggio filante


Ho trovato l'idea di questa ricetta su un blog di ricette turche, mi piace molto la loro cucina. Ho modificato la ricetta per renderla "più light": anziché friggere le melanzane ho deciso di grigliarle...anche per una questione di praticità, so che sono più buone ma non amo molto friggere, ungo dappertutto e poi rimane l'odore.

Vi lascio comunque il link, se volete dare una sbirciatina al sito... ;) http://www.turkishfoodandrecipes.com/

INGREDIENTI:

1 melanzana
pesto a piacere (io ho usato quello che preparo in casa)
formaggio che fila: mozzarella, fontina o quello che preferite ;)

PROCEDIMENTO:

Lavate e spuntate la melanzana. Tagliatela per il lungo, a fette non troppo sottili e grigliatele da entrambi i lati. Lasciate raffreddare. Spalmate poi su ogni fetta il pesto al basilico, arrotolate formando degli involtini; quindi copriteli con le fettine di formaggio e metteteli nel forno caldo per 10 minuti, finché il formaggio sarà fuso.

Questi deliziosi involtini li potete anche preparare in anticipo tenendoli in frigo e scaldandoli solo prima di servirli: ottimi come antipasto ma golosissimi anche per un bel contorno!

martedì 12 marzo 2013

Torta con panna, fragole e scagliette di caramello



Ieri era il mio compleanno: tanti auguri a me! Ho compiuto ben 5 lustri! :)

La mia amica Tania mi ha regalato questa buona/bella torta...fatta da lei! Non è stata bravissima?!
Mi ha anche preparato una mega lasagna con ragù e besciamella...perchè sa che adoro le sue lasagne! Abbiamo passato una bellissima serata, cenare in compagnia è quello che preferisco! Insomma...un regalo tutto gastronomico: non potrei chiedere di meglio ^_^

Non amo le torte decorate che vanno di moda ultimamente, sì ok sono belle ma non amando i dolci mi sembrano "un pò troppo", le vedo più come espressioni artistiche, non mi viene voglia di assaggiarle; la sua invece la trovo fantastica, una normale torta decorata, invitante e senza troppi fronzoli, coloranti e pasticci.

Per la torta ha usato la ricetta della Fulvia, io la uso spesso come base per molte torte, trovate qui la ricetta: Torta soffice (omettete le mele e la cannella)
Poi l'ha tagliata a metà, farcita con panna montata non zuccherata e gocce di cioccolato. La panna l'ha usata anche per l'esterno, spalmata bene con una spatola e ha ultimato con fragole, cioccolato grattugiato, pezzetti di caramello che ha fatto lei (...mmmmmm...) e gocce di cioccolato sul bordo. Et voilà!
Deliziosa, freschissima e leggera.

Se avete bisogno di torte decorate, contattatemi qui sul blog, lasciate un commento o scrivete a lericettedellazu@hotmail.it  ...Tania sarà felicissima di preparare torte bellissime anche per voi! ;)

martedì 5 marzo 2013

Risotto allo speck mantecato con scamorza affumicata


INGREDIENTI per 2 persone:

200 g di riso
80 g di speck tagliato a dadini
80 g di scamorza affumicata
2 cucchiai di formaggio grana grattugiato
1 l di brodo
1 cucchiaio d'olio evo
1/2 cipolla
1/2 bicchiere di vino bianco secco
prezzemolo fresco tritato a piacere

PROCEDIMENTO:

Tritate la cipolla, soffriggetela con lo speck e l'olio in un'ampia padella con i bordi alti. Versate il riso, quando inizierà a "cantare" bagnate tutto con il vino, fate evaporare. Inizate a cuocere il risotto versando un mestolo di brodo caldo ogni volta che il riso lo avrà assorbito, continuate così fino al raggiungimento della cottura. Tagliate la scamorza a pezzetti, spegnete la fiamma sotto al tegame e aggiungete i formaggi al risotto, mescolate. Ora lasciate riposare per un paio di minuti coprendo la padella con un panno da cucina pulito.Quindi impiattate e servite con il prezzemolo fresco tritato... buon appetito! ^_^

giovedì 28 febbraio 2013

Torta salata con gorgonzola dolce e zucchine


INGREDIENTI:

1 rotolo di pasta sfoglia
2 zucchine
100 g di gorgonzola
2 cucchiai colmi di formaggio grattugiato
1 spicchio d'aglio
1 cucchiaio d'olio evo
2 uova
1 cucchiaio di latte
sale e pepe

PROCEDIMENTO:

Stendete la pasta sfoglia sulla teglia con la carta da forno, bucherellate il fondo con i rebbi della forchetta. Soffriggete l'aglio in camicia in una padella. Lavate e spuntate la zucchine, grattugiatele e mettetele in padella con l'olio (eliminate lo spicchio d'aglio). Salate, mescolate e fate cuocere per qualche minuto finchè la verdura si sarà ammorbidita. Nel frattempo sbattete le uova aiutandovi con una forchetta, unite il latte, il formaggio grattugiato, lo zola a pezzetti, il pepe a piacere e le zucchine. Versate il composto nella teglia e rifinite la torta salata. Io ho tagliato la sfoglia in eccesso, l'ho tagliata a rettangoli lunghi e stretti e ho decorato la torta come una crostata.
Infornate a 190° per 25 minuti circa.

martedì 26 febbraio 2013

Sugo al pomodoro con salsiccia e melanzana violetta


Un'ottimo condimento per la pasta, diverso e gustoso! :)

Ne ho preparata una bella porzione abbondante: un pò l'ho usato per preparare un bel primo piatto (che non sono riuscita a fotografare, scusate ma avevo amici a cena e non ho fatto in tempo) e quello che mi è avanzato l'ho congelato... la prossima volta che torno tardi dal lavoro o non ho voglia di "sbattermi" ho già il mio sughetto pronto che mi aspetta!


INGREDIENTI:

400 g di salsiccia luganega
1 melanzana violetta
2 spicchi d'aglio
2 cucchiai d'olio evo
sale
peperoncino (facoltativo)
prezzemolo fresco tritato
1 bicchiere di vino bianco secco
400 ml di passata o polpa a pezzi

PROCEDIMENTO:

Cuocete la salsiccia senza condimenti in un'ampia padella antiaderente, privata della pelle e spezzettata. Sfumatela con il vino bianco, proseguite la cottura a fiamma vivace. Tenete da parte scolando un pò di grasso rilasciato alla carne.
Nella stessa padella soffriggete il peperoncino a pezzetti con l'olio e gli spicchi d'aglio sbucciati, quindi eliminateli e aggiungete la melanzana, precedentemente lavata, mondata e tagliata a cubetti. Salate, mescolate spesso finchè sarà morbida. Unite ora la salsiccia, mescolate e lasciate insaporire. Versate la passata, aggiustate di sale e mescolate ancora. Lasciate cuocere il sugo per 30 minuti a fuoco dolce, finchè risulterà corposo.
Ultimate con il prezzemolo.

Cuocete la pasta al dente in abbondante acqua salata e fatela saltare per un paio di minuti in padella con il sugo.
Potete anche utilizzare questo bel condimento per preparare la pizza... ;)

martedì 19 febbraio 2013

Braciole di maiale ripiene al sugo


Avevo voglia di mangiare questo bel piatto che vedete nella foto, così mi sono data da fare per prepararlo...ho ottenuto davvero un ottimo risultato!
E con il sugo che mi è avanzato, il giorno dopo ci ho condito delle buonissime orecchiette fresche. Scolatele al dente dopo averle fatte bollire in acqa salata e fatele saltare nella stessa padella in cui avete cucinato le bracioline.


INGREDIENTI per 2 persone:

150 g di pasta di salame o di salsiccia spelata
30 g di pecorino grattugiato
prezzemolo fresco tritato
5 braciole di maiale
2 spicchi d'aglio
sale e pepe
400 g di passata liscia
2 cucchiai di olio evo
1/2 bicchiere di vino bianco secco

PROCEDIMENTO:

Lavate le bistecche, asciugatele e appiattitele con il pesta carne tenendole tra due fogli di carta da forno. Tritate nel mixer la pasta di salame per renderla più fine, tenete da parte. Tritate anche uno spicchio d'aglio, aggiungete i primi 3 ingredienti e impastate per bene. Aggiustate con un pizzico di sale e pepe a piacere. Mettete un po' di composto sulle fettine, chiudetele a involtino e fermatele con gli stecchini.
In una padella dai bordi alti, soffriggete l'olio con l'aglio rimasto, sbucciato e schiacciato. Eliminatelo quando sarà dorato, mettete in padella gli involtini e fateli colorire su tutti i lati per 2 minuti, bagnate poi con il vino e fate sfumare. Versate la passata, aggiustate di sale e proseguite la cottura a fuoco dolce per mezz'ora.
Impiattate e servite con una bella insalatina verde! ;)

A me era avanzato anche un po' di ripieno, l'ho messo in un sacchetto gelo e poi in freezer: potete utilizzarlo per creare un ragù saporito o per fare delle squisite polpette.

giovedì 14 febbraio 2013

Insalatina di surimi e prezzemolo con bruschettine in salsa rosa, gamberi e uova di lompo


Primo San Valentino da sposati, ecco il motivo di questa bella ricetta!
Compro spesso i surimi...mi piacciono un sacco! La prima volta che li ho presi Albi mi ha chiesto: "Come fanno a farli?" Bella domanda, rispondo copia-incollando da wikipedia così faccio prima :-P

Con il termine surimi (in giapponese: 擂身 surimi che significa "pesce tritato") si indica un prodotto composto essenzialmente da polpa di merluzzo (generalmente pollack dell'Alaska) e carboidrati confezionato solitamente in cilindretti colorati arancioni e bianchi formati a vari strati di sfoglia di polpa di pesce arrotolata e tenuta insieme da addensanti di tipo alimentare. La definizione giuridica di surimi è preparazione a base di proteine di pesce. È un tipo di preparazione diffuso da alcuni secoli in Giappone e che grazie alle nuove tecniche di produzione e conservazione industriale si è diffuso in tutto il mondo. Sebbene nella dizione comune siano noti come "bastoncini di granchio", le restrizioni legali impediscono ai produttori di usare questa definizione, perché non contengono carne di granchio.

INGREDIENTI per 2 persone:

1 cucchiaio di ketchup
1 cucchiaio di maionese
1 cucchiaino di salsa worcester
1 piccolo panino senza lievito tagliato in 4 parti
4 gamberi puliti
4 cucchiaini di uova nere di lompo
6 bastoncini surimi
il succo di mezzo limone
olio evo q.b.
prezzemolo fresco tritato a piacere

PROCEDIMENTO:

Ho messo sotto il grill il mio paninetto senza lievito per far tostare bene la mollica: lo trovo dal mio panettiere di fiducia, se preferite potete usare delle fette di baguette o di pane casereccio. Io avevo quello e ho usato quello :)
Scottate i gamberi per un paio di minuti in acqua bollente, asciugateli con carta da cucina e fateli raffreddare. Tagliate a pezzetti i surimi, conditeli con il succo di limone, il prezzemolo e l'olio. Fate insaporire.
Mescolate in una ciotola i primi tre ingredienti, spalmate la salsa sul pane, mettete i gamberi e ultimate con le uova di lompo. Impiattate.
Dstribuite l'insalata di surimi nel piatto attorno alle bruschette di mare e servite.


Buon San Valentino a tutti

per la cronoca...QUESTO ANTIPASTO MI E' PIACIUTO TANTISSIMOOOO! :D

martedì 12 febbraio 2013

Strozzapreti con ragù di salsiccia e piselli


INGREDIENTI per 2 persone:

200 g di strozzapreti
150 g di piselli surgelati
150 g di luganega
1/2 bicchiere di vino bianco secco
200 g di polpa di pomodoro
sale

PROCEDIMENTO:

Spelate la salsiccia, sgranatela per bene aiutandovi con una forchetta e scaldate una padella antiaderente; quindi fatevi rosolare la salsiccia, trascorsi paio di minuti bagnate con il vino e fate evaporare l'alcol. Scolate un pò di grasso rilasciato dalla carne aiutandovi con un cucchiaio. Aggiungete i piselli, salate, versate 1/2 bicchiere d'acqua e fate cuocere a fuoco dolce 20 minuti con il coperchio. Nel frattempo cominciate a preparare la pasta facendola cuocere in abbondante acqua salata. Aggiungete poi la polpa di pomodoro nella padella, aggiustate di sale, ed eventualmente correggete l'acidità del pomodoro con un cucchiaino di zucchero. Lasciate cuocere a fiamma moderata per altri dieci minuti senza coperchio così il sugo si asciugherà un pò e risulterà bello denso e corposo. Scolate la pasta al dente, fatela saltare in padella a fiamma vivace per qualche minuto insieme al condimento. Impiatte e servite!

martedì 5 febbraio 2013

Gamberi fritti in pastella (alla birra)


Un boccone tira l'altro...

INGREDIENTI:

300 g di gamberi
2 uova
100 g di farina 00
1 cucchiaino di bicarbonato
1 pizzico di sale
birra chiara q.b.
olio per friggere

PROCEDIMENTO:

Lavate i gamberi, eliminate la testa, le zampe e il carapace. Scartate il filamento nero interno; tenete la coda che vi servirà dopo per "impastellarli" :D
In un'ampia ciotola sbattete le uova con il bicarbonato e il sale, aggiungete poi un pochino di birra e la farina setacciata, mescolate con una frusta a mano e versate la birra a filo finché otterrete una pastella liscia senza grumi ma bella densa. Non dev'essere liquida.
Scaldate l'olio in una pentola, prendete i gamberi per la coda, tuffateli nella pastella immergendoli per bene e poi friggeteli per qualche minuto fino a che la pastella si sarà gonfiata e sarà di un bel colore dorato.
Scolateli su carta assorbente da cucina e serviteli subito.

Se dovesse avanzarvi della pastella potete finirla con delle verdure: carote, cipolla, zucchina, cavolfiore...quello che più vi piace.

martedì 29 gennaio 2013

Gattò di patate


Quanto mi piace!! :-P

INGREDIENTI:

1,5 kg di patate
100 g di prosciutto cotto
1 mozzarella
2 uova intere
1 bicchiere di latte
80 g di formaggio grattugiato
pangrattato q.b.
prezzemolo fresco tritato a piacere
sale e pepe
burro per la teglia

PROCEDIMENTO:

Tagliate a fette la mozzarella, mettete ogni fetta su un piatto foderato con carta assorbente da cucina, così assorbiremo un po' di liquido.
Lessate le patate in abbondante acqua salata, poi sbucciatele e passatele con l'apposito attrezzo per schiacciarle. Tagliate il prosciutto a pezzetti, aggiungetelo alle patate insieme alle uova, il prezzemolo, il grana grattugiato, sale, pepe e amalgamate gli ingredienti versando poco di latte alla volta, vi servirà per rendere l'impasto meno asciutto, dosatevi voi a occhio in base alla necessità: attenzione però, non fatelo troppo liquido.
Imburrate la teglia, spolverizzate di pangrattato, versatevi metà impasto e livellate bene usando il dorso di un cucchiaio da minestra bagnato con un pò di acqua; sistemate le fette di mozzarella e poi coprite con l'altra metà. Spolverizzate la superficie di pangrattato e cuocete in forno già caldo a 200° per 20-30 minuti o finché sarà diventato di un bel colore dorato.

Io lo faccio senza aggiungere il burro, in teoria bisognerebbe aggiungerne 100 g nella terrina insieme alla patate schiacciate.

giovedì 24 gennaio 2013

Risotto alle pere con pesto di salvia


E' un periodo un pò difficile, non riesco a seguire molto il blog. Mi faccio perdonare con questo bel risottino... A presto!

INGREDIENTI per 2 persone:

200 g di riso per risotti
1 pera
1/2 porro
1 l di brodo veg
1 cucchiaio di olio
2 cucchiai di formaggio grattugiato
1/2 bicchiere di vino bianco

per il pesto:
20 foglie di salvia lavate e asciugate
1 piccolo spicchio d'aglio
2 cucchiai di pinoli
1 cucchiaio colmo di formaggio grattugiato
olio q.b.

PROCEDIMENTO:

Preparate un semplice risotto con le pere: soffriggete la cipolla tagliata sottile in un'ampia padella dai bordi alti, aggiungete il riso, fatelo tostare e quando inizierà a "cantare" bagnatelo con il vino e fate sfumare. Cuocete poi il riso aggiungendo un mestolo di brodo caldo a necessità, fino a che arriverete alla cottura giusta. Mantecate con il formaggio e lasciate riposare.
Le pere (lavate,  sbucciate e tagliate a cubetti) potete metterle all'inizio della cottura del riso, se vi piacciono morbide, o se invece le preferite croccanti, mettetele verso la fine, scegliete voi. Io la metto a metà cottura.
Mentre il riso cuoce preparate il pesto: frullate i pinoli, poi frullate a parte la salvia, poi l'aglio spelato, mescolate questi 3 ingredienti con il formaggio, aggiungete l'olio per ottenere una consistenza cremosa: non ne servirà molto...meno di mezzo bicchiere dovrebbe bastare.
Impiattate il risotto e ultimate con un cucchiaio di pesto alla salvia.

venerdì 18 gennaio 2013

Bistecchina di lonza con finta panatura al sesamo


L'altra sera ero davvero di fretta, avevo finito tardi di lavorare e dovevo ancora preparare la cena e così mi sono arrangiata, ho preparato delle fettine di lonza molto gustose in pochi minuti. Volevo farle impanate ma ci avrei messo troppo e così ho preparato una panatura un po' diversa...senza bisogno di pasticciare con le uova :-P

Per fortuna che il contorno l'avevo già preparato e dovevo solo scaldarlo: patate saltate in padella con melanzane, peperoni e pomodori, clicca qui per la ricetta.

INGREDIENTI per 2 persone:

5 fettine di lonza di maiale
3 cucchiai di pangrattato
2 cucchiai di farina
2 cucchiai di formaggio grana grattugiato
1 cucchiaio colmo di semi di sesamo
prezzemolo fresco tritato q.b.
3 cucchiai d'olio di semi

PROCEDIMENTO:

Lavate le fettine, eliminate i contorni e appiattitele con il pestacarne tenendo la lonza tra due fogli di carta da forno per evitare di romperla. Scaldate l'olio in una padella abbastanza grande da contenere tutte e 5 le fettine. Mescolate in una terrina tutti gli altri ingredienti, passatevi le fettine e poi soffriggetele in padella. Giratele per dorarle da entrambi i lati e quando saranno pronte scolatele su una piatto foderato con carta assorbente da cucina.
La cottura è veloce perché, essendo sottili, ci mettono davvero un attimo a cuocere e a dorarsi per bene. Servitele subito con il vostro bel contorno di verdure, un po' di pane scaldato nel forno...et voilà, la vostra cenetta è pronta per essere divorata! :-D
Non ho aggiunto sale perchè nella panatura c'è il formaggio grattugiato che, secondo me,  da sapore di suo senza bisogno di esaltarlo.

Albi mi ha detto che la prossima volta ne dovrò preparare 5 solo per lui!! Gli sono proprio piaciute ;)

mercoledì 16 gennaio 2013

Teglia di verdure al forno con erbe aromatiche


Anche questa ricetta è un mio esperimento, molto riuscito. Ve lo consiglio perchè in un attimo preparerete un contorno molto gustoso! ;)

INGREDIENTI:

2 patate bollite
1 peperone rosso
1 peperone giallo
1 melanzana
1 cipolla di Tropea
olio evo
sale
rosmarino, prezzemolo, timo

PROCEDIMENTO:

Foderate la teglia con carta da forno. Affettate le patate e mettetele coprendo il fondo della teglia. Lavate i peperoni, eliminate semi, filamenti e il picciolo. Se non li digerite passateli con il pelapatate per eliminare la pelle, tagliateli a strisce lunghe e strette e distribuiteli sulle patate. Tagliate a fette la cipolla sbucciata; lavate la melanzana, eliminate il picciolo e tagliatela a fette sottili aiutandovi con un coltello ben affilato e cospargete le fettine di cipolla e melanzana sopra i peperoni che avete messo precedentemente. Condite tutto con sale, olio d'oliva e le erbe aromatiche, lavate e tritate. Cuocete tutto in forno già caldo a 180° per 20 minuti coprendo la teglia con un foglio di alluminio. Poi a 190° per 10 minuti scoperto.

martedì 15 gennaio 2013

Ravioli alle erbe amare con zola dolce e luganega


Ho comprato questi bei tortelli su Buono e giusto.it, visitate il loro sito perchè è davvero molto interessante, io sono rimasta davvero soddisfatta perchè ci sono molti prodotti, tutti sani e di alta qualità a prezzi davvero accessibili. Se compro biologico al supermercato non me la cavo più, troppo caro!

Premetto che erano ripieni con erbe amare, Albi non ama molto quel tipo di sapori (io invece sì :P ), così li ho conditi in modo saporito e goloso. Devo ammettere che l'abbinamento era azzeccatissimo perchè si sentiva bene sia il ripieno della pasta che il sapore del condimento...  Insomma, promossi!

INGREDIENTI per 2 persone:

250 g di ravioli alle erbe amare (se dovessero interessarvi, li trovate qui)
100 g di zola dolce
200 g di salsiccia luganega
1/2 bicchiere di vino bianco
pepe
prezzemolo fresco tritato q.b.

PROCEDIEMENTO:

Niente di più semplice: mentre i ravioli cuociono in abbondante acqua bollente salata, scaldate un padella antiaderente, cuocetevi la salsiccia spelata e sbriciolata senza aggiungere olio o altri grassi!Quindi bagnate con il vino bianco e lasciatelo sfumare. Aggiungete poi lo zola a pezzetti e fatelo fondere a fuoco dolce, mescolando. Scolate i ravioli e fateli saltare in padella aggiungendo un paio di cucchiai d'acqua di cottura.
Servite subito con del formaggio grattugiato!

sabato 12 gennaio 2013

Bruschettine con frittata e cipolle borettane in olio


Un'idea per preparare un bell'aperitivo con gli amici!

INGREDIENTI per 4 persone:

2 fette di pane casereccio
1 cucchiaio d'olio di semi
3 uova
160 g di tonno
sale e pepe q.b.
prezzemolo fresco tritato q.b.
4 cipolle borettane in olio (io le trovo nel reparto gastronomia all'esselunga, sono buonissime! ;) )

PROCEDIMENTO:

Sbattete le uova in una terrina con il prezzemolo, un pizzico di sale e il pepe aiutandovi con una forchetta; sgocciolate il tonno e aggiungetelo al composto.
Scaldate l'olio in una padella antiaderente, versate le uova sbattute con il tonno e lasciate cuocere. Girate la frittata e cuocete anche l'altro lato. Qui trovate un post che vi spiega bene come fare senza romperla.
Quando sarà pronta toglietela dal fuoco, tagliatela in 8 piccoli quadrati e fatela raffreddare. Nel frattempo tagliate a metà le fette di pane casereccio, passatele sotto al grill del forno per qualche minuto così saranno belle croccanti. Tagliate le cipolline anch'esse a metà. Coprite ogni pezzo di pane con la frittata, infilzate con gli stuzzicadenti e ultimate "il boccone" con metà cipollina.
Servite.

giovedì 10 gennaio 2013

Spezzatino di tacchino con piselli e purè di patate





Avevo voglia di spezzatino ma non sono un'amante della carne rossa e così mi sono preparata una bella variante, con il purè poi è tutto più buono!! :P

INGREDIENTI per 2 persone:

1 carota
1 gamba di sedano
1 piccola cipolla bianca
2 cucchiai d'olio evo
farina q.b.
2 fette di petto di tacchino
1 bicchiere di vino bianco secco
200 g di piselli surgelati
1 cucchiaino di concentrato di pomodoro sciolto in un bicchiere d'acqua
sale

Per preparare il purè trovate la ricetta qui

PROCEDIMENTO:

Lavate le verdure per il soffritto (sedano, carota e cipolla), mondatele e tagliatele a pezzettini. Lavate la carne, asciugatela con carta assorbente da cucina e tagliate anch'essa a pezzetti con un coltello ben affilato, decidete voi la dimensione che preferite. Soffriggete le verdure con l'olio, salatele leggermente. Mettete la farina in un sacchetto per alimenti, unite i bocconcini di carne, sigillate il sacchetto e agitatelo delicatamente, versate il tacchino nel soffritto a fuoco medio, dopo un minuto bagnatelo con il vino bianco che lascerete evaporare per bene. Quindi unite anche i piselli, salate, versate l'acqua con il concentrato e mescolate. Lasciate cuocere per 3/4 d'ora con il coperchio. Intanto potete preparare il purè.
Trascorso il tempo di cottura scoperchiate lo spezzatino e lasciatelo cuocere a fuoco dolce per altri 10-15 minuti.

Servite subito con il purè di patate... mmm :D

martedì 8 gennaio 2013

Penne con zucchine, gamberi e salmone affumicato


INGREDIENTI per 2 persone:

200 g di penne rigate
100 g di gamberi
100 g di salmone affumicato
2 piccole zucchine
2 cucchiai d'olio evo
1 piccolo spicchio d'aglio
1/2 bicchiere di vodka (o vino bianco secco)
80 g di formaggio fresco tipo philadelphia tagliato a cubetti
prezzemolo fresco tritato q.b.
pepe

PROCEDIMENTO:

Spuntate e lavate le zucchine, tagliatele a rondelle sottili e cuocete a fuoco moderato, mescolando spesso, in una padella antiaderente con l'olio e l'aglio in camicia. Salate, eliminate l'aglio e tenete da parte le zucchine in una terrina. Nella stessa padella fate cuocere per un paio di minuti il salmone a pezzetti e i gamberi, precedentemente puliti, lavati e tagliati a pezzi; bagnate con la vodka, fate evaporare. Quindi aggiungete le rondelle di zucchina, salate, se serve, aggiungete il formaggio fresco e mescolate facendo amalgamare bene gli ingredienti. Spegnete la fiamma, pepate e aggiungete il prezzemolo.
Scolate la pasta al dente, fatela saltare in padella con il condimento aggiungendo anche un paio di cucchiai d'acqua di cottura.
Servite :)

mercoledì 2 gennaio 2013

Cassoeula: la mia ricetta, la mia rivisitazione, la mia tradizione



La cassoeula è un piatto tipico della cucina lombarda e milanese, quindi tipico della mia zona...quante volte le mie nonne l'hanno preparata! Io adoro questo piatto, mi piace davvero tantissimo e per fortuna anche Albi l'apprezza!
L'ingrediente principale della cassoeula è la verza, la tradizione vuole che venga utilizzata solo dopo la prima gelata. Devo confessarvi però che ho modificato la ricetta originale (eh sì lo ammetto!) che prevede l'aggiunta (obbligatoria per una VERA cassoeula) di parti meno nobili del maiale, come la cotenna, i piedini, la testa e le costine; io uso solo quest'ultime e i salamini verzini per una questione di gusti personali e la verza la scotto prima in acqua bollente e poi l'aggiungo alla carne.

Quindi, ecco la mia rivisitazione...

INGREDIENTI per 2 persone (porzione abbondante):

6 costine
4 salamini verzini
1/2 cespo di verza
1 carota
1 gamba di sedano
1 cipolla bianca
1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
2 cucchiai di olio
1 bicchiere di vino rosso
sale

PROCEDIMENTO:

Eliminate la costa centrale alle foglie di verza e tagliatele a pezzi grossolanamente, tuffateli nell'acqua bollente finché si saranno ammorbiditi. Scolate la verza, tenete da parte un bicchiere di acqua di cottura e nella stessa acqua scottate anche i verzini, bucati con lo stecchino, così spurgheranno un pò di grasso, quindi scolate.
Lavate e mondate carota, sedano e cipolla, tritate e fate soffriggere con l'olio e un pizzico di sale in una bella pentola capiente, aggiungete le costine, fatele rosolare girandole da tutti i lati, bagnatele con il vino e fatelo sfumare. Sciogliete il concentrato di pomodoro nell'acqua di cottura tenuta da parte precedentemente, versatelo nella pentola insieme ai pezzi di verza scottati, salate, mescolate, incoperchiate e cuocete a fuoco dolce per 2 ore e mezza mescolando di tanto in tanto. Unite poi anche i verzini, cuocete per altri 30 minuti.
L'accompagnamento migliore, ovviamente, è la polenta e un buon bicchiere di vino rosso.
La vostra cassoeula è finalmente pronta per essere gustata... e digerita! :D

A noi è avanzata, riposta in frigo ben chiusa ce la siamo pappati il giorno dopo, era ancora più buona!
Related Posts with Thumbnails