martedì 5 febbraio 2013

Gamberi fritti in pastella (alla birra)


Un boccone tira l'altro...

INGREDIENTI:

300 g di gamberi
2 uova
100 g di farina 00
1 cucchiaino di bicarbonato
1 pizzico di sale
birra chiara q.b.
olio per friggere

PROCEDIMENTO:

Lavate i gamberi, eliminate la testa, le zampe e il carapace. Scartate il filamento nero interno; tenete la coda che vi servirà dopo per "impastellarli" :D
In un'ampia ciotola sbattete le uova con il bicarbonato e il sale, aggiungete poi un pochino di birra e la farina setacciata, mescolate con una frusta a mano e versate la birra a filo finché otterrete una pastella liscia senza grumi ma bella densa. Non dev'essere liquida.
Scaldate l'olio in una pentola, prendete i gamberi per la coda, tuffateli nella pastella immergendoli per bene e poi friggeteli per qualche minuto fino a che la pastella si sarà gonfiata e sarà di un bel colore dorato.
Scolateli su carta assorbente da cucina e serviteli subito.

Se dovesse avanzarvi della pastella potete finirla con delle verdure: carote, cipolla, zucchina, cavolfiore...quello che più vi piace.

8 commenti:

fulvia ha detto...

Ciao Zulietta! bellissimo e gustosissimo piattino!! in genere evito di fare i fritti, un po' per il "profumo" che mi resta in casa un po' perchè non fanno troppo bene, ma bisogna dire che un fritto come questo, fatto bene, una tantum non può far male!!!
ciao cara! un bacione,fulvia

le ricette della Zu ha detto...

Ciao Fulvia! Sai, la penso esattamente come te! E poi quando friggo sporco un sacco la cucina, tra l'olio e la pastella...mi scappa sempre un pò la voglia. Però ogni tanto, come hai detto tu, mi concedo questa delizia...alla fine ne la vale la pena! ;)

Viola ha detto...

Ciao Zu, invece che l'olio per friggere posso usare quello d'oliva?
Ho letto che fa molto meglio dell'olio tradizionale e che di solito non lo si usa perchè quello per friggere costa meno.
Dico bene?
Tra l'altro mi hanno regalato a Natale, una bottiglia di olio Laudemio, che qui in Toscana è conosciutissimo, ma io non l'avevo mai assaggiato. Ha un gusto parecchio forte.. Dici possa essere adatto per friggere?
Grazie,
Viola

le ricette della Zu ha detto...

Ciao Viola, la tua è proprio una bella domanda.
Ti rimando a questo link, spiega bene questo argomento e sono sicura che ti sarà d'aiuto per capire meglio.

http://www.my-personaltrainer.it/oli-friggere.htm

Per quel che penso io, l'olio d'oliva è l'unico realmente consigliato perchè è quello che fa meno male ed ha un punto di fumo elevato, comunque è meglio sempre usarlo a crudo.
Io non lo uso per friggere perchè ha un sapore troppo forte. Devo dire però che non friggo spesso e non mangio spesso alimenti fritti...quindi, una volta ogni tanto me lo concedo senza pensarci troppo su. A patto però che sia davvero una volta ogni tanto.

Viola ha detto...

Si, nemmeno io mangio spesso i fritti.
D'estate friggo le melanzane e le zucchine perchè ne vado matta, d'inverno faccio a volte le patatine, ma solo perchè me le chiede il mio bimbo: una volta ogni tanto, facciamo la serata americana :)

le ricette della Zu ha detto...

Anche io e mio marito facciamo le "serate americane" unica differenza: non abbiamo nessun bimbo che ce le chiede...facciamo tutto di nostra iniziativa! :D
Le patatine fritte sono troppo buone, sono un'invenzione favolosa!

Viola ha detto...

E' vero, soprattutto quelle in formato "texano", per capirci non quelle che hanno al McDonald fine fine.
Si, comunque a parte gli scherzi, preferisco sempre il forno e usare per gli alimenti olio a crudo :)
Buona giornata!

le ricette della Zu ha detto...

Sono d'accordo su tutto!!
Buona giornata anche a te!

Posta un commento

Grazie per la visita! Lascia un commento, un consiglio o un saluto :)

Related Posts with Thumbnails